Offerte di lavoro

Chi è online

 86 visitatori online

Visitatore numero

Hits visite contenuto : 1352682

Sondaggi per Studenti

Mi sono iscritto all'Ist. Tecnico Afm/Cat, perchè:
 
LIM - 1' Parte

Alcune note ed alcuni stimoli per l'utilizzo della

Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) in classe

(Per principianti, perchè tutti lo siamo stati...!)

 

E' ormai da diversi anni che le prime LIM sono apparse nelle scuole italiane, con qualche anno di ritardo rispetto ai grandi Paesi europei (Germani, Francia, Regno Unito e Spagna), dalle primarie alle superiori. Per i primi (Regno Unito, oltre che Stati Uniti) c'è ormai un decennio di esperienze.

Anche in Italia, dunque, stiamo assistendo ad una loro maggiore diffusione ed anche nel nostro Istituto sono state installate in alcune classi, oltre che nei principali laboratori ed in aula magna. Sappiamo quindi di cosa si parla, l'abbiamo viste funzionare, almeno come proiettore...!

Infatti, con o senza altoparlanti (per ascoltere il sonoro), l'uso più immediato della LIM è come proiettore dello schermo (ingrandito) di un personal computer (PC).

La LIM, ovviamente, senza un pc collegato è inutilizzabile, come un proiettore, ma molto più costosa...!

In effetti il lavoro dell'insegnante, pur svalutato economicamente a colpi di tagli di bilancio e socialmente a colpi di tv spazzatura, è rimasto grosso modo invariato negli ultimi 100 anni: lavagna e gessetto, penna e registro...! Una vera eccezione nel panorama professionale contemporaneo caratterizzato invece da grandi trasformazioni.

 

 

 

L'avvento delle nuove tecnologie dell'informazione (IT) cioè PC/Tablet/SmartPhone+Internet, si sta diffondendo lentamente nella scuola, sia per i noti tagli di bilancio, sia per una scarsa dimestichezza generazionale del corpo docente dovuta anche al lentissimo "turn-over" del personale (ostacolato ulteriormente da tagli previdenziali) che non ne facilita la contaminazione da parte delle nuove leve.

Un certo disincanto, a volte vera diffidenza, rispetto alle novità, è comprensibile, ed a volte anche condivisibile. Oltre che nei casi di scarsa autorevolezza del ceto politico che ha guidato ai vertici l'istruzione scolastica ed universitaria (già...!) provocando ripetuti terremoti organizzativi, molti di noi ricordano le montagne di rifiuti tecnologici digitali (vecchi pc, stampanti ad aghi, monitor b/n, floppy-disk e cd rom di ogni genere) ed analogici (videoregistratori e videocassette che avrebbero dovuto risolvere tutti i problemi della scuola e degli studenti...) accumulati nei sottoscala delle scuole.

Ne abbiamo viste troppe, in effetti, per poter aderire con un approccio miracolistico all'innovazione di turno.

Ciò nonostante ci sono 3 grandi possibilità offerte dall'utilizzo in classe delle nuove tecnologie dell'informazione.

1) Trasformare, innovandolo, l'approccio verso i contenuti da trasmettere utilizzando colori, immagini, animazioni, sonoro, video (multimedia) e contenuti percorribili in modo non lineare (ipertestuale).

2) Trasformare, innovandolo, l'approccio verso gli studenti (chiamati da qualcuno i "nativi digitali"...) molto sensibili ai contenuti multimediali ed alla fruizione di contenuti non lineari.

2) Trasformare, innovandolo, l'approccio verso la nostra professione attraverso nuovi stimoli (anche a piccole dosi...!) per ovviare ad una certa ripetitività che alla lunga rischia di essere demotivante.

Si tratta di buoni motivi? Ne vale la pena?

Se vi sembra di si, andiamo alla pagina successiva...

 

Gazzetta Amministrativa

 

Calendario

<<  Dicembre 2018  >>
 L  M  M  G  V  S  D 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Orologio

Ulti Clocks content

BIBLIOTECA ON LINE

Banner

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Per avere maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti alluso dei cookie.

EU Cookie Directive Module Information